60 utenti


Libri.itN. 218 EDUARDO SOUTO DE MOURA (2015-2023)LE FATE BRILLANO AL BUIOJACK LONDONA PRIMA VISTA POCKET: LATINO GRAMMATICAA PRIMA VISTA POCKET: SPAGNOLO GRAMMATICA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!










Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

29 Novembre 2022 10:34

Non disturbare chi produce

37 visualizzazioni - 0 commenti

di Tonio Dell'Olio

Intervenendo all'Assemblea generale Veneto est di Confindustria, Giorgia Meloni ha affermato che "non va disturbato chi produce". Delle parole pronunciate in quella sede, queste sono rimaste incise nei titoli dei giornali e sono parse le più significative e rassicuranti per i titolari di industria del nostro Paese. Anche il Sole 24 ore titola così. La domanda che ci poniamo è a quali forme di disturbo si riferisse il premier. Da cosa e da chi viene disturbato chi produce? Speriamo non dai diritti da garantire ai lavoratori? Dalle tasse da pagare come contributo solidale alle sorti di tutte le cittadine e tutti i cittadini? Dalle regole da rispettare? E a quale disturbo è corso subito il pensiero dei partecipanti all'Assemblea? Non possiamo saperlo e non vogliamo lasciarci tentare dal sospetto, dai retropensieri e dal pregiudizio. Di sicuro c'è che la produzione è presentata come priorità granitica e dogmatica. È l'unica meta. Non possono esserci altri indici per determinare lo sviluppo di una comunità. E questo ci appare addirittura molto più grave.

COMMENTA