294 utenti


Libri.itPAUL - edizione limitataPIANO. COMPLETE WORKS 1966–TODAY. 2021 EDITIONSUPERCIUCCIO 1ALICE SOTTO TERRA - WHITE RABBIT EDITIONHELMUT NEWTON. LEGACY
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Categoria: Fondazione AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro)

Visita: https://www.airc.it/

Totale: 52

Il DNA non codificante, i costi delle cure e l’oncologia di precisione

Il DNA non codificante, i costi delle cure e l’oncologia di precisione: questi i temi al centro dell’incontro online con i ricercatori AIRC nell’ambito dei Giorni della Ricerca.

Ospiti Federico Caligaris Cappio, direttore scientifico di Fondazione AIRC, Alessia Ciarrocchi (AUSL di Reggio Emilia), che studia il genoma non codificante, ovvero quella parte di cui la ricerca non si è occupata per molto tempo ma che invece si sta scoprendo essere importante nello sviluppo del cancro, e Francesco Perrone (Istituto Nazionale Tumori di Napoli), che ha messo a punto uno strumento in grado di misurare le difficoltà economiche dei pazienti in trattamento per il cancro: la cosiddetta "tossicità finanziaria".

Il contributo di ciascuno può realmente fare la differenza per dare continuità al lavoro dei ricercatori: dona anche tu con uno o più sms al 45521, o su airc.it

Visita: www.airc.it

Genoma del cancro, intelligenza artificiale, CAR-T e virus oncolitici

CAR-T, virus oncolitici, IA: sono solo alcune delle strade percorse dai giovani ricercatori AIRC per sconfiggere il cancro, una sfida purtroppo ancora aperta.

Ne parliamo oggi con Simona Giunta (Sapienza Università di Roma) che punta a individuare le caratteristiche della “prima” cellula da cui si sviluppa il cancro e che permettono a questa “prima” cellula di eludere tutti i sistemi di controllo e di difesa e dell’organismo.

In diretta anche Gabriele Zoppoli (Università di Genova), che lavora allo sviluppo di un sistema integrato di diagnosi precoce e non invasiva del tumore del seno, in cui sfrutta l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è anche poter evitare la biopsia alle donne con lesioni molto piccole che nella maggior parte dei casi si rivelano benigne.

Francesca Del Bufalo, infine, dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, studia i virus oncolitici per curare il glioma, un tumore del sistema nervoso centrale: si tratta di virus che vengono modificati in modo tale replicarsi solo all’interno della cellula cancerosa, un processo che porta alla morte cellulare. Inoltre fa ricerca sulle CAR-T e in particolare per l'utilizzo contro il neuroblastoma, uno dei tumori più frequenti nei bambini.

Il contributo di ciascuno può realmente fare la differenza per dare continuità al lavoro dei ricercatori: dona anche tu con uno o più sms al 45521, o su airc.it

Visita: www.airc.it

È questo il momento - I Giorni della Ricerca 2021 di AIRC

È questo il momento di sostenere con decisione la ricerca sul cancro. Scienziati e medici non possono permettersi battute d’arresto: in Italia lo scorso anno sono stati diagnosticati circa 377.000 nuovi casi di tumore, più di 1.000 al giorno. Inoltre, nel periodo in cui gli ospedali e il sistema sanitario sono stati maggiormente sotto pressione a causa del Covid-19, i programmi di screening oncologico hanno subito importanti ritardi, incidendo negativamente sulla tempestività delle diagnosi precoci che aveva contribuito a risultati positivi negli ultimi decenni. La sfida contro il cancro è purtroppo ancora aperta.

In occasione della campagna I Giorni della Ricerca 2021, ne parliamo oggi con il presidente di Fondazione AIRC Andrea Sironi, con Andrea Morandi (Università degli Studi di Firenze) e Silvia Piconese (Sapienza Università di Roma).

Il contributo di ciascuno può realmente fare la differenza per dare continuità al lavoro degli scienziati: dona anche tu con uno o più sms al 45521, o su airc.it

Visita: www.airc.it

Tumore del seno e ormoni: dalla diagnosi a terapie più mirate

I tumori del seno positivi agli ormoni sono i più frequenti, circa il 70% di tutti i casi: oggi sono disponibili terapie efficaci, ma a volte subentrano recidive e metastasi che i ricercatori AIRC stanno studiando per comprenderne i meccanismi e trovare strategie più mirate anche quando il tumore del seno è in stadio avanzato.

Ne parleremo con Luca Malorni (Azienda Usl Toscana centro) e con la sua paziente Giulia Gianassi, speaker radiofonica che si è sottoposta a una terapia ormonale. Giulia crede che la condivisione della propria esperienza sia fondamentale per rendere sempre più consapevoli le persone e sostenere le persone che oggi stanno vivendo la sua stessa esperienza. Sarà nostro ospite anche Michele Pellegrini Calace, tesoriere di Federfarma, che quest’anno ha rinnovato il patrocinio alla Campagna Nastro Rosa di AIRC promuovendo presso le farmacie la distribuzione di migliaia di spillette in tutta Italia e la diffusione di materiali informativi per la prevenzione del cancro al seno.

Visita: www.airc.it

Tumore del seno e mutazioni BRCA: quando fare il test genetico?

Tutte le donne giovani con diagnosi di tumore del seno dovrebbero essere sottoposte a un test che individua le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2. Obiettivo: personalizzare le cure, capire qual è il rischio di sviluppare un altro tumore e stabilire quali passi compiere per gestire questo rischio. E i familiari? È bene che si sottopongano tutti al test BRCA?

Questi alcuni dei temi che affronteremo con Ornella Campanella, presidente di aBRCAdabra, la prima associazione nazionale nata per sostenere tutti i portatori di mutazioni dei geni BRCA e le loro famiglie, con la psicologa Elisabetta Razzaboni e Paolo Radice, ricercatore AIRC (Istituto Nazionale dei Tumori di Milano).

Visita: www.airc.it

Tumore del seno triplo negativo: cure, ricerca e psiconcologia

In occasione della campagna Nastro Rosa parliamo oggi di tumore al seno triplo negativo con Giampaolo Bianchini dell'ospedale San Raffaele di Milano e ricercatore AIRC, e di psiconcologia con Valentina Di Mattei, responsabile del servizio psicologia clinica della salute dello stesso ospedale.

Visita: www.airc.it

Battere le metastasi di leucemia e linfoma con terapie sempre più mirate

Dal 2017, grazie ai contributi del 5x1000, AIRC ha avviato 9 programmi speciali dedicati allo studio delle metastasi, come ci racconta il Direttore Scientifico di AIRC Federico Caligaris Cappio. Tra questi, il programma di Robin Foà (Università La Sapienza di Roma), che cerca di comprendere i meccanismi con cui alcune cellule tumorali di leucemie linfoidi acute e croniche e linfomi riescono a resistere ai trattamenti. Alessandro Vannucchi (Università degli Studi di Firenze) punta lo sguardo invece sui tumori mieloidi, le sindromi mielodisplastiche e alcuni tipi di leucemie acute, allo scopo di identificare le mutazioni e i meccanismi genetici e molecolari che portano a una patologia aggressiva, per costruire strategie terapeutiche più precise.

Visita: www.airc.it

Melanoma: novità dalla ricerca e consigli sulla prevenzione

Estate e sole: si torna a parlare del rischio melanoma. Il melanoma metastatico è stato l’apripista nell’utilizzo dell’immunoterapia con risultati straordinari: oggi la sopravvivenza a 6,5 anni è del 57% mentre prima era del 5-6%. A fare il punto sui trattamenti per il melanoma, sulla prevenzione e sugli obiettivi della ricerca su questo tumore della pelle sono Michele Maio e Anna Maria Di Giacomo (Università degli Studi di Siena).

Visita: www.airc.it

Battere le metastasi: novità sui vaccini contro il cancro e linfociti T modificati

Dal 2017, grazie ai contributi del 5x1000, AIRC ha avviato 9 programmi speciali dedicati allo studio delle metastasi, come ci racconta il Direttore Scientifico di AIRC Federico Caligaris Cappio. Tra questi, il programma di Maria Chiara Bonini (Università Vita-Salute San Raffaele) che punta a sviluppare due nuovi approcci terapeutici contro le metastasi al fegato derivate dai tumori di colon retto e pancreas: il primo ingegnerizzando i linfociti T, il secondo modificando il microambiente tumorale. Maria Rescigno (Humanitas Research Hospital) lavora a un vaccino terapeutico per migliorare l’immunoterapia contro melanoma e sarcoma metastatici e, con un secondo progetto, studia il ruolo del microbiota intestinale nelle metastasi del cancro del colon-retto.

Visita: www.airc.it

Giornata mondiale senza tabacco: nuove terapie per il tumore del polmone

Il fumo è il più importante fattore di rischio per i tumori: circa 1 cancro su 3 è associato al consumo di tabacco, in primis il tumore del polmone che è la prima causa di morte oncologica in Italia. Le nuove diagnosi sono in diminuzione tra gli uomini ma in preoccupante aumento tra le donne.

La strategie che permettono una diagnosi precoce e la ricerca di nuove terapie mirate sono i temi che affrontiamo con due ricercatori AIRC, Emilio Bria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Nicola Sverzellati dell’Università di Parma.

Visita: www.airc.it