192 utenti


Libri.itDAISY E LA BELVAGIOVANNI SENZATERRASHARK!QUANDO DORMO LA NOTTE…COME LE NUVOLE
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!








Categoria: èStoria

Totale: 324

Il caso Gorizia

èStoria 2017 - Il caso Gorizia - Apih Domenica 28 maggio ore: 12:00 - Conversano: Bruno Pascoli, Sergio Tavano, Marta Verginella e Georg Meyr

Famiglie nel mondo greco-romano

Le possibilità che la storiografia greca e romana offrono all’indagine sulla storia della famiglia sono ampie e affascinanti: diritto, letteratura, storia sociale ed economica offrono numerose prospettive su un mondo ricchissimo di testimonianze e
suggestioni. L’incontro presenterà anzitutto una panoramica storica e culturale sulla Grecia classica e Roma, per poi dedicarsi alle intersezioni tra conoscenza storica e scrittura di romanzi.
Intervengono
Andrea Frediani
Filippomaria Pontani
Francesca Rohr
Interviene e Coordina
Alessio Sokol

Italiani due volte. Dalle foibe all'esodo: una ferita aperta della storia italiana

Sono italiani due volte i trecentomila che in un lungo esodo durato oltre vent’anni dopo la Seconda guerra mondiale lasciarono l’Istria, Fiume e Zara. Erano nati italiani e scelsero di rimanere tali quando il trattato di pace del 10 febbraio 1947 assegnò quelle regioni alla Jugoslavia comunista del maresciallo Tito. A rievocare una storia a lungo trascurata del nostro Novecento è un’inchiesta originale e serrata che ricostruisce puntualmente questa pagina tragica.
Intervengono
Marco Cuzzi
Dino Messina
Coordina
Pietro Spirito

Dal ‘900 a oggi: prospettive globali sulle migrazioni

Dal ‘900 a oggi: prospettive globali
Intervengono
Catherine Wihtol De Wenden
Jan Piskorski
Coordina
Paolo Quercia

L'ultima amante del duce

La relazione tra Claretta Petacci e Benito Mussolini, una storia d’amore unica nel suo genere, tra i piaceri, le scenate isteriche, gli
svenimenti, i malori, la rabbia, la gelosia, la possessività, l’amore e l’odio, la musica, la poesia, le letture e l’arte, e non da ultima la
politica. Un’occasione per richiamare l’attenzione su aspetti quali il cattolicesimo, il familismo, locale e romano, la borghesia,
mostrando al contempo (nonostante la profonda avversione suscitata da Claretta e dalla sua famiglia nei fedelissimi della
RSI) il lato fascista, anche nella sua versione più radicale. Una rappresentazione tutta al femminile dell”amore e del sesso
nelle alte sfere del potere al tempo dell’Italia fascista.
Intervengono
Richard Bosworth
Mimmo Franzinelli

Testimoni della storia: Osiride Brovedani

èStoria2018 - Testimoni della storia - Tenda Apih Venerdì 18 Maggio ore 12:00 - Intervengono: Maurizio Lorber e Giulio Mellinat

Mobilità di persone e popoli nel Mediterraneo antico

èStoria 2018 - Mobilità di persone e popoli nel Mediterraneo antico - Apih Venerdì 18 Maggio ore 10:00 - Interviene: Claudio Zaccaria

La scoperta del Nuovo Mondo e la distruzione degli indios

Conversano
Massimo Livi Bacci, demografo
Andrea Zannini, storico dell’età moderna

La scoperta del continente americano e i primi arrivi di europei oltre l’oceano ebbero come effetto anche la diffusione di malattie infettive in precedenza assenti tra i nativi americani. I popoli indigeni si ritrovarono del tutto esposti a un contagio letale che giocò un ruolo tragico nel loro destino, contribuendo (insieme all’azione degli europei) a cancellarli quasi per intero dalla storia dell’umanità.

Storia della poliomielite

Interviene
Gareth Williams, medico, storico della medicina

“Un terrore paralizzante”: questa la percezione della poliomielite nel Novecento, quando era una delle malattie infantili più temute, in seguito alle ondate epidemiche che si susseguirono dopo il 1880 con un deciso aumento a partire dal 1910. Il contrasto alla malattia è ricostruito nella lezione, che evidenzia anche gli aspetti politici e internazionali delle strategie sanitarie adottate negli Stati Uniti e a livello globale.

Trio. Storia di due amiche, un uomo e la peste a Messina

Conversano
Dacia Maraini, scrittrice
Marina Silvestri, giornalista e saggista

Il ritorno di Dacia Maraini alla narrazione storica dopo La lunga vita di Marianna Ucrìa è un romanzo intenso e delicato, pervaso dai colori e dagli odori della sua Sicilia, che attraverso il filtro di un passato mai così vicino parla di ognuno di noi, e di cosa può salvarci quando fuori tutto crolla. Sicilia, 1743. Mentre un’epidemia di peste sta decimando la popolazione di Messina, Agata e Annuzza, amiche di sempre coltivano a distanza il loro rapporto in punta di penna, perché la paura del contagio le ha allontanate dalla città ma non ha spento la voglia di far parte l’una della vita dell’altra.