281 utenti


Libri.itTHE CHARLIE CHAPLIN ARCHIVESFRIDA KAHLO. THE COMPLETE PAINTINGS - XLPIANO. COMPLETE WORKS 1966–TODAY. 2021 EDITIONPAUL - edizione limitataTHE ART OF PIN-UP
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Categoria: PoliTo Lectures

Totale: 28

Peppino Ortoleva: Sulla viltà. Anatomia e storia di un male comune

Juan Carlos De Martin (Politecnico di Torino), Sergio Pace, (Politecnico di Torino) e Carlo Serra, (Università della Calabria) dialogano con l'autore Peppino Ortoleva di:

Sulla viltà. Anatomia e storia di un male comune (Einaudi 2021)

La viltà richiama l’attenzione più di altri aspetti bui dell’umanità soprattutto perché fa emergere una contraddizione che riguarda tutti, tra la bassezza in cui possiamo scendere, e i valori in cui pure dichiariamo di credere.
La viltà è spregevole perché è un venir meno, ai propri impegni come ai principi che si condividono o si ostenta di condividere con i propri simili; ci ricorda la tensione sempre irrisolta tra l’essere e il dover essere, che sia l’affrontare il pericolo in battaglia o l’accettare le proprie responsabilità nella vita privata; la tensione sempre irrisolta tra la rappresentazione di sé che si vorrebbe dare e i comportamenti concreti. La viltà è un aspetto della condizione umana dove si addensano alcuni dei lati non solo più bui ma più difficili da guardare in faccia; è spesso sfuggente, tende a nascondersi, proprio perché sa di non essere accettabile: diffuso e spregevole insieme.
Molti dei vili peggiori sono appunto quelli che mascherano la loro codardia dietro la prudenza e il buon senso, oppure a volte dietro valori che sembrerebbero opposti, come quel militarismo totalitario e quell’esaltato nazionalismo che, diceva Primo Levi, sono serviti a nascondere «una marea di viltà».
Uno dei motivi per cui quest’indagine è necessaria oltre che tempestiva (anzi in ritardo) è proprio perché ha tra i suoi scopi quello di mettere a fuoco un male che può sembrare facile individuare, ma che nella realtà è spesso in ombra. La viltà è così difficile da guardare in faccia: è perché è come uno specchio oscuro in cui si riflettono, anche più che in altri aspetti del nostro vivere, le debolezze, la paura di assumersi responsabilità, la difficoltà di rispettare i valori in cui noi stessi dichiariamo di credere. E la condanna che è insita nella parola stessa ci ricorda che a quelle debolezze, per quanto comprensibili, non ci si deve arrendere.

Cinque libri importanti per la cultura politecnica scelti da Carlo Olmo

Cinque libri importanti per la cultura politecnica scelti da Carlo Olmo
| 01. Charles Darwin, L'origine della specie
| 02. Werner Heisenberg, Fisica e filosofia
| 03. Karl Polanyi, La grande trasformazione
| 04. Fernand Braudel, Il Mediterraneo
| 05. Marino Berengo, L'Europa delle città

Chiediamo a degli esperti di raccomandare cinque libri riguardanti un argomento di interesse non solo per la comunità del Politecnico, ma anche, potenzialmente, per molti cittadini - e di spiegare le loro scelte in un’intervista.

Chi è Carlo Olmo
Professore emerito di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino, dove è stato Preside della Facoltà di Architettura.
Laureato in Filosofia e in Lettere Moderne a Torino tra il 1968 e il 1969, ha insegnato all’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi, al MIT di Boston e in numerose altre università straniere.
Curatore di mostre, studioso multidisciplinare, membro dei comitati di redazione di numerose case editrici e riviste nazionali ed internazionali, è stato direttore dello Urban Center Metropolitano di Torino dalla sua fondazione fino al 2014 e consigliere del Sindaco di Torino per la qualità architettonica ed urbana dal 2002 al 2006.
Autore di oltre 500 pubblicazioni, recentemente ha scritto: Progetto e racconto. L'architettura e le sue storie (2020), Città e democrazia. Per una critica delle parole e delle cose (2018), Urbanistica e società civile (2018), oltre ad Architettura e storia. Paradigmi della discontinuità (2013) e Architettura e Novecento. Diritti, conflitti, valori (2010).
Carlo Olmo ha partecipato a numerose iniziative culturali promosse dal Politecnico.

Prepararsi al Futuro: Immaginare problemi, soluzioni, prodotti

IMMAGINARE PROBLEMI, SOLUZIONI, PRODOTTI

Come (non) sostenere l’innovazione
con Massimo Sideri

Dall’idea al farmaco
con Silvio Garattini

Italia: tecnologie digitali al servizio della social innovation
testimonianza di Marco Zappalorto

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.

Prepararsi al Futuro: Anno 2050 - un pianeta per 10 miliardi di persone

ANNO 2050: UN PIANETA PER 10 MILIARDI DI PERSONE

Mettere d’accordo Energia e Ambiente
con Nicola Armaroli

La popolazione in Italia e nel mondo: tra società e economia
con Maria Silvana Salvini

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.

Prepararsi al Futuro: Due frontiere

DUE FRONTIERE

Tra Neuroscienze e Intelligenza Artificiale
con Riccardo Zecchina

Il futuro dell’ambiente: risorse, scienze della vita, economia circolare
con Sergio Paoletti

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.

Prepararsi al Futuro: Diritti, doveri, libertà

DIRITTI, DOVERI, LIBERTÀ

Pubblica Amministrazione: solo lacci e lacciuoli?
con Sabino Cassese

Le regole di cittadinanza
con Gherardo Colombo

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.

Prepararsi al Futuro: Che ci sta a fare l'Europa se...?

CHE CI STA A FARE L'EUROPA SE...?

Italia, Euro e nuovi nazionalismi
con Enrico Letta

Produrre conoscenza nel Sistema Italia
con Gianfelice Rocca

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.

PoliCult: Mauro Berta rilegge il Viaggio intorno all mia camera, in dialogo con Sergio Pace

PoliCult | Mauro Berta rilegge il Viaggio intorno all mia camera (1794) di Xavier de Maistre, in dialogo con Sergio Pace

«Che tutti gli sfortunati, i malati, e gli annoiati dell’universo mi seguano, che tutti i pigri si alzino in piedi: e voi che elaborate, nell’animo vostro, sinistri progetti di riforma o di ritirata per qualche infedeltà; voi che, chiusi in un boudoir, rinunciate al mondo per la vita: amabili anacoreti d’una sera, venite anche voi, abbandonate queste idee nere, e credetemi: voi rinunciate a un istante di piacere, senza guadagnarne alcuno di saggezza; degnatevi d’accompagnarmi nel mio viaggio, cammineremo a piccoli passi, ridendo lungo il cammino dei viaggiatori che hanno visto Roma e Parigi; nessun ostacolo potrà fermarci, e, abbandonandoci piacevolmente alla nostra immaginazione, la seguiremo là dove le piacerà condurci»

Prepararsi al Futuro - La creatività (in parte) si impara

LA CREATIVITÀ (IN PARTE) SI IMPARA

Dal genio solitario all’intelligenza collettiva
con Piero Bianucci

Pensare il futuro, al futuro, nel futuro
con Paolo Legrenzi

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.

Prepararsi al Futuro: Professioni di domani

PROFESSIONI DI DOMANI
con Piero Angela, Piero Bianucci, Maria Caramelli, Dario Di Vico, Gianfausto Ferrari, Nicola Ricciardi

Conclusioni: Francesco Profumo

PREPARARSI AL FUTURO
da un’idea di Piero Angela

Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono il cambiamento climatico, prima di tutto, ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta.
Il progetto torna ora in una veste completamente rinnovata. “Prepararsi al futuro”, in programma dall’11 ottobre 2018 al 26 febbraio 2019, prevede una ventina di lezioni magistrali e un seminario conclusivo di confronto tra giovani ed esperti sul tema “Professioni di domani”: lavori che nel 90% dei casi non esistono ancora.
Gli incontri saranno moderati da Piero Bianucci, giornalista e scrittore scientifico.